12 Dicembre 2019

Come proteggere le piante dal gelo dell’inverno?

Come proteggere le piante dal gelo della stagione invernale?

Arrivano i primi freddi, e arrivano di conseguenza i problemi per le piante del nostro orto e giardino, specialmente se queste non sono autoctone o sono a ciclo stagionale.

Con temperature molto rigide, piante come limoni, ulivi, o anche piante invernali da orto come insalate, radicchi e cavolfiori possono risentire pesantemente gli abbassamenti improvvisi di temperature, mostrando fisiopatie, blocco dello sviluppo e caduta delle foglie. Inoltre in caso di gelate, c’è il serio rischio di comprometterne irrimediabilmente la salute, portando a una morte prematura della pianta.

Come possiamo quindi difendere le nostre piante, ed evitare danni permanenti?

Per quanto riguarda le piante in vaso, il gioco sarà semplice: basterà infatti spostare con accortezza le nostre piante vicino alle pareti di casa, sotto al portico o addirittura all’interno dell’abitazione, facendo però attenzione a posizionarle in un punto soleggiato e luminoso, riducendo al minimo lo stress per lo spostamento.

Se invece le nostre piante sono ben salde nel terreno, dovremo optare per una soluzione diversa.

In questi casi possono esserci d’aiuto i cosiddetti teli in “Tessuto non Tessuto”.

Tnt bianco antigelo

Questa tipologia di teli, a differenza di un qualsiasi altro tessuto, in cui le fibre vengono intrecciate in modo ordinato, hanno una trama “casuale” in cui le fibre non vengono tessute in maniera lineare ma unite casualmente, rendendoli altamente traspiranti ma con costi molto bassi.

Nonostante la sua leggerezza, questa tipologia di teli è ideale per proteggere le piante dal gelo, ornamentali e ortive, grazie appunto alla capacità di far passare l’aria.

Utilizzando un semplice telo in polietilene, si riuscirebbe comunque a coprire le piante, andando però a creare una pericolosa condensa sulle foglie, che in caso di temperature al di sotto dello zero porterebbe ad un congelamento immediato delle foglie e a danni probabilmente irreparabili alla salute delle piante.

Con il Tnt questo non succede: la sua capacità di traspirazione permetterà alle piante di respirare evitando la condensa, e allo stesso tempo manterrà stabile la temperatura al suo interno, trattenendo il calore proveniente dal terreno creando una sorta di “effetto serra“.

Per piante a fusto singolo possiamo optare per dei tnt cosiddetti “cappuccioni” dalla forma tubolare, che, avvolgendo totalmente la chioma della pianta, la proteggeranno dalle gelate.

Per piante da orto in filari o in vasconi possiamo invece optare per dei tessuti a metratura, stesi sulle piante da proteggere, fermandoli con del terriccio o delle pietre al terreno.

Se volessimo infine proteggere molte piante, creando un ambiente stabile e duraturo, possiamo optare per la creazione di una serra.

L’utilizzo di una serra è caldamente consigliato nel caso volessimo sfruttare un determinato spazio a cadenza annuale, senza dover ogni volta posizionare i teli, creando un ambiente ideale e stabile termicamente per le nostre coltivazioni ortive, anche fuori stagione.

In questo specifico caso possiamo utilizzare dei teli in polietilene da serra, possibilmente stabilizzati contro i raggi UV, che creeranno una “stanza” stabile termicamente, senza problemi di condense gelate per via della distanza dal terreno e dal passaggio d’aria che possiamo creare ai lati del tunnel.

Quest’ultimo metodo è si molto efficace, ma poco pratico e alle volte costoso per vaste superfici, sarà quindi necessario riflettere sull’effettiva convenienza e sull’utilizzo che se ne vuole fare.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.