30 Settembre 2021

Guide |

Pompa olio motosega: scopri come funziona

La pompa dell’olio è una parte indispensabile della motosega in quanto deputata ad assicurare il giusto quantitativo di lubrificante alla catena e alla barra.

Mancando l’olio la motosega di fatto non è in grado di tagliare perché l’attrito è troppo elevato. In questo modo si va incontro a una serie di problemi tecnici che compromettono la funzionalità del sistema di taglio.

Scopriamo come funziona la pompa dell’olio.

Il principio di funzionamento della motosega per tagliare

A prescindere se la motosega è alimentata con energia elettrica o con motore a scoppio, il principio di funzionamento è sempre lo stesso. Il taglio viene eseguito con la catena, di fatto la parte tagliente composta a sua volta da denti che eseguono materialmente l’operazione delle maglie.

Le maglie scorrono lungo la scanalatura della barra, in gergo tecnico guida, per consentire ai denti di lavorare e tagliare la superficie legnosa.

Il problema di questo sistema di taglio è che quando i denti lavorano sulla superficie devono fare i conti anche con un attrito abbastanza importante. Questo rende tutto più faticoso e sottopone il sistema a un eccessivo stress strutturale che, a lungo andare, potrebbe comportare danni piuttosto gravi.

Tra l’altro maggiore è l’attrito, maggiore sarà anche il tempo necessario per effettuare il taglio, a prescindere dalle dimensioni del tronco dell’albero, per esempio.

In considerazione di questo, è previsto un sistema di lubrificazione a base di olio grazie al quale si può minimizzare l’attrito tra denti e legno e rendere il taglio più fluido e veloce.

Facendo alcune considerazioni sul sistema di lubrificazione, si intuisce immediatamente come l’olio funga anche da protezione anti grippante e antiusura, perché evita che la motosega possa incappare in un classico blocco.

Naturalmente, è sempre opportuno scegliere un olio di qualità evitando prodotti di scarto o degenerato. Si rischia, infatti, di non avere l’effetto desiderato. Tuttavia, bisogna considerare che con il passare del tempo la barra della motosega e la catena andranno incontro comunque a usura. Può, però, essere rallentata girando periodicamente i 2 lati della punta, in modo che il consumo sia omogeneo.

Ovviamente, nonostante tutte le accortezze del caso è opportuno ogni tot mesi, a seconda dell’utilizzo, procedere con la sostituzione della barra e della catena.

Come funziona la pompa dell’olio

Come visto, la pompa dell’olio ha un ruolo importantissimo nella lubrificazione della catena e nel taglio. Fa parte dell’intero sistema di lubrificazione che prevede, oltre a questa pompa pistone, anche un foro in uscita dell’olio sulla barra e un serbatoio, con tanto di sfiato, che ha il compito di bilanciare il rapporto tra la pressione interna ed esterna, trattenendo le impurità con la presenza di un filtro apposito.

La pompa, essendo un meccanismo a pistone, viene azionata automaticamente dall’albero motore che in pratica aspira dal serbatoio e lo spinge verso la catena e la barra attraverso il foro di uscita. Quando la motosega è in moto e la barra fa girare, attraverso la guida, le maglie della catena, l’olio si adagia su tutte le varie parti in maniera omogenea, per garantire lubrificazione in ogni zona.

A seconda della tecnologia e del marchio della motosega, il processo di lubrificazione può avvenire in maniera differente. Ci sono alcuni marchi che scelgono di effettuare una lubrificazione continua, dando un flusso costante di olio, mentre altre motoseghe non permettono l’uscita dell’olio quando il motore è al minimo, per cui non si sta tagliando. Una terza tipologia di sistema è quella che prevede la possibilità di regolare la lubrificazione dell’olio attraverso un’apposita vite.

L’importante è sempre controllare prima dell’utilizzo il quantitativo di olio presente all’interno della pompa.

Il modo più semplice per constatare che tutto sia perfettamente funzionante, è accendere la motosega e puntare la barra verso terra, per vedere se schizza un po’ di olio sul terreno.

Pulizia della Motosega

Altrettanto importante è la pulizia della pompa dell’olio, che deve essere effettuata costantemente altrimenti si rischia di non assicurare il giusto quantitativo di lubrificante, con tutte le conseguenze disastrose del caso. Bisogna pulire la barra e la catena con del gasolio oppure un detergente specifico. Fatto questo si libera il foro da possibili impurità e si pulisce il tappo, lavorando intorno a esso per eliminare le polveri che si creano durante l’uso della motosega.

Se invece la motosega non è stata utilizzata per diversi mesi è buona abitudine quella di trattare la catena con del gasolio o della benzina. Il rischio è, infatti, che l’olio possa essersi solidificato.

Tra l’altro, se già si è coscienti di non dover utilizzare la motosega per diversi mesi è meglio svuotare il serbatoio.

Tags: ,

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.