26 Agosto 2021

Tutto quello che devi sapere sulle forbici per potare a batteria

Accanto a guanti, annaffiatoi, vasi e palette, le forbici per potare, chiamate più comunemente anche forbici da pota, sono uno degli utensili che non dovrebbero mai mancare nel tuo ripostiglio se sei un amante del giardinaggio.

Le Forbici da potatura a batteria

Alle classiche forbici manuali, si è affiancato negli ultimi anni un modello molto più innovativo e tecnologico, che ti permette di poter ottenere tagli più netti e precisi impiegando però il minimo sforzo: le forbici per potare a batteria.

Grazie alla presenza di una o più batterie a litio ricaricabili, il motore che è all’interno dell’impugnatura viene messo in moto, permettendoti così di livellare le tue siepi o di potare quell’arbusto che cresce a dismisura nel tuo giardino, in maniera semplice e pulita.

L’aiuto meccanico della batteria, ti permetterà infatti di effettuare un taglio netto con la sola attivazione manuale di un grilletto: potrai finalmente dire addio alla fatica di usare la classica cesoia e alle fastidiosissime vescichette che si formano di solito sul palmo della mano.

Le forbici per potare a batteria presentano la classica forma di una cesoia, con un’impugnatura più ergonomica e con in più un vano contenitore all’interno del quale viene posizionata la batteria, che sarà poi collegata alle cesoie vere e proprie attraverso dei cavi.

Sul dorso dell’impugnatura, posizionato proprio sotto l’indice per una maggiore prensilità, vi è generalmente un pulsante: effettuando una pressione o rilasciandolo, potrai controllare il movimento delle cesoie ed effettuare la potatura desiderata.

I diversi modelli disponibili sul mercato

Sul mercato vi sono svariati modelli di forbici da pota a batteria che presentano peculiarità differenti.

I modelli basic sono predisposti per la potatura di piante e arbusti di piccole dimensioni, e per questo presentano un corpo meccanico molto semplice e intuitivo.

Altri modelli più performanti, invece, consentono la potatura di tronchi e arbusti di grosse dimensioni, che possono raggiungere anche i 40 millimetri di diametro: potrai impostare tu stesso l’ampiezza del taglio che desideri effettuare, così riuscirai a potare anche gli arbusti più resistenti senza compiere il minimo sforzo.

Caratteristiche

Tra gli innumerevoli modelli che potrai trovare sul mercato, ti consigliamo di scegliere quello che per te risulta il più confortevole possibile, per poterlo utilizzato senza troppi problemi anche dai meno esperti.

Considerando che le forbici da pota a batteria sono studiate per poter essere utilizzate con una sola mano, esse presentano nella maggior parte dei casi un’impugnatura ergonomica rivestita di un materiale plastico antiscivolo in gomma, così da assicurarti una presa salda e sicura.

Nonostante si tratti di un utensile piuttosto semplice da utilizzare, non bisogna mai dimenticare che possedendo delle lame, può risultare in certi casi pericoloso: pertanto, il consiglio è di puntare a dei modelli che posseggano un gancio di sicurezza, lame d’acciaio e la testa angolata, così da assicurare l’incolumità di chi lo utilizzerà.

È chiaro che migliore sarà il materiale utilizzato per le lame, maggiore sarà l’efficacia di taglio.

Vi sono poi alcune funzioni extra che possono rivelarsi particolarmente utili nel corso della potatura, come ad esempio la dotazione di un canale di scolo esterno alle cesoie che consenta alla linfa fuoriuscente dall’arbusto di fluire senza accumularsi sulle lame e quindi danneggiarle.

Il consiglio è di scegliere modelli piuttosto performanti, che offrano anche assistenza e garanzia, servizi molto utili per utensili di questo tipo che tendono a deteriorarsi nel corso del tempo nelle loro parti, lame e batterie.

I modelli che avranno in dotazione più di una batteria ad alto voltaggio, ti garantiranno un utilizzo prolungato nel tempo che può raggiungere anche le 7/8 ore: da non tralasciare è anche il tempo di ricarica della batteria, che in media si aggira attorno alle 2 ore. La maggior parte dei modelli, presenta di solito un indicatore LED attraverso il quale potrai conoscere in ogni momento lo stato della batteria.

Infine, ultimo ma di certo non meno importante, è trovare un modello adatto alle tue esigenze, che sia abbastanza confortevole da utilizzare e quindi leggero da poter sostenere per ore con una sola mano: un’impugnatura particolarmente ergonomica e un sistema di anti-vibrazione, possono rendere un’enorme differenza durante la tua esperienza di potatura.

Allora, sei pronto a rivoluzionare il modo di prenderti cura delle tue piante?

Tags: , ,

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.